Politica / Parlamento

Commenta Stampa

ALFANO: IL CSM DOVRA' AVERE NON PIU' DI DUE MAGISTRATI


ALFANO: IL CSM DOVRA' AVERE NON PIU' DI DUE MAGISTRATI
25/09/2008, 13:09

Sono emersi alcuni brani del nuovo libro di Bruno Vespa, in cui c'è una intervista a Angelino Alfano, a proposito del futuro della magistratura. Innanzitutto, nelle intenzioni del governo c'è l'intenzione di varare un nuovo CSM in cui però i magistrati non siano più di uno o due su quindici (grandioso: l'organo di autogoverno della magistratura senza magistrati. E che autogoverno è? ndr) e poi ci sarà una separazione netta delle carriere tra giudici e Pubblici Ministeri.

Beh, non c'è che dire: ottime idee! Così i 13 membri del CSM di cui Alfano non fa menzione saranno direttamente o meno di nomina politica, in modo da avere il controllo edlla magistratura. E la separazione delle carriere creerà giudici e Pubblici Ministeri meno preparati e meno validi, in quanto dovranno rinunciare all'esperienza che fanno dalle due parti della scrivania.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©