Politica / Politica

Commenta Stampa

Continua l'allergia della maggioranza alla democrazia

Alfano: "Nel Pdl niente primarie, nel 2013 il candidato è Berlusconi"


Alfano: 'Nel Pdl niente primarie, nel 2013 il candidato è Berlusconi'
03/09/2011, 15:09

SUMMONTE (AVELLINO) - Chi pensava che la nomina di Angelino Alfano indicasse un passaggio nel Pdl verso una democratizzazione, oggi ha avuto la conferma definitiva che così non è. Da Summonte, in provincia di Avellino, dove si svolge la fsta nazionale dei "Popolari d'Italia", il segretario politico del Pdl sgombra il campo da qualsiasi ipotesi: "Le primarie? Sono un sacrificio organizzativo inutile per il partito, che non ha bisogno di fare una consultazione popolare per sapere che Berlusconi è il leader". Poi ha aggiunto: ""La coalizione vive della sua leadership ed è stato proprio Berlusconi l'uomo in grado di garantire l'unità, la coesione, la governabilità".
Insomma, si è avuta l'ennesima conferma che il Pdl è un partito padronale e tale resta, a dispetto di finte nomine di facciata, come quella appunto dello stesso Alfano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©