Politica / Politica

Commenta Stampa

Ultime dichiarazioni

Alfano: prossime elezioni, dissensi con la Lega e critiche alla magistratura

Il segretario del PDL ospite a "che tempo che fa"

Alfano: prossime elezioni, dissensi con la Lega e critiche alla magistratura
12/02/2012, 19:02

Il segretario del PDL Angelino Alfano, ospite alla trasmissione "che tempo che fa" di Fabio Fazio, detiene una discussione rispetto a varie imminenti e scottanti tematiche. Parlando delle prossime elezioni : - " Non ho ancora deciso se candidarmi alle primarie o meno, oggi sono il segretario del Pdl - ha affermato Alfano - e devo dimostrare di fare bene questo lavoro. E poi non sono un uomo di ambizioni da bava alla bocca''.  Ha sottolineato di essere ''onorato di avere la fiducia di Berlusconi'' ma che comunque il candidato premier per le prossime elezioni ''non sarà scelto con la spada appoggiata sulla spalla di qualcuno ma lo faremo con un grande slancio democratico''.
- "Dobbiamo fare molta più attenzione a chi candidiamo per fare in modo che i magistrati pongano più attenzione a chi indagano". Cosi' Angelino Alfano ha risposto a una domanda di  Fazio,  sulla percentuale di inquisiti tra i parlamentari. Il segretario del Pdl ha ricordato che "un terzo" dei personaggio coinvolti in tangentopoli è stato assolto, un terzo prescritto e soltanto un terzo condannato. "Occorrerebbe che la politica sgranasse gli occhi - ha concluso - e che i magistrati non avessero i paraocchi."
Il segretario del Pdl ha dichiarato pungentemente che Silvio Berlusconi è perseguitato dalla "giustizia", ribadendo che i magistrati titolari del processo sul caso Mills, "stanno facendo un inseguimento per una condanna che, se arrivasse, non sarebbe valida" per avvenuta prescrizione.
 Interrogato sui rapporti con la Lega e la decisione del Carroccio di voler correre da sola alle prossime elezioni amministrative Alfano afferma : -"La Lega ci critica per il fatto che noi sosteniamo il governo Monti ma se come partito dovessimo pagare questo conto per il bene dell'Italia lo pagheremo perche' siamo convinti di aver fatto la scelta giusta per il paese e l'Italia merita anche il piccolo sacrificio di un partito". - "La Lega è nostro alleato in regioni importanti come Piemonte, Veneto e Lombardia -ha ricordato Alfano- in numerose province e comuni e quindi per noi non c'è nessuna preclusione nei loro confronti, speriamo che questa obiezione possa essere superata e di continuare una collaborazione vincente''.
Tra le prime dichiarazioni post-intervista vi è quella dell'on. Mario Valducci : - " I congressi di queste settimane e le primarie di Frosinone dimostrano che il Pdl è un partito vivo che si sta radicando sempre più sul territorio. Il merito di questa seconda fase del nostro partito è di Angelino Alfano, al quale va il merito di aver voluto un movimento competitivo e aperto. Avendo anche dimostrato ottime capacità di governo, il segretario politico del Pdl è il candidato naturale alla guida del centrodestra per le prossime elezioni. Se il ministro Passera vorrà contribuire alla prossima sfida elettorale sarà il benvenuto ma in un quadro che prevede già un candidato premier ".

Commenta Stampa
di Anna Carla Broegg
Riproduzione riservata ©