Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Aveva detto che sarebbe stata tolta la norma transitoria

Alfano si rimangia la parola: nessun cambiamento al processo breve


Alfano si rimangia la parola: nessun cambiamento al processo breve
15/03/2011, 10:03

ROMA - Ancora una il governo dimostra la propria inattendibilità. Chi ha assistito al tour de force televisivo che ha affrontato il Ministro della Giustizia Angelino Alfano nel week end appena trascorso, l'ha potuto sentire mentre diceva che dalla legge sul processo breve, la cui discussione è cominciata ieri in Commissione Giustizia alla Camera e che il 28 marzo verrà portato in aula, sarebbe stata eliminata la cosiddetta "norma transitoria". SI tratta di un comma in cui viene specificato che la legge si applica anche ai processi in corso; l'effetto riguarderebbe anche tre dei processi di SIlvio Berlusconi. SI chiuderebbero da un giorno all'altro il processo Mills, il processo sui fondi neri Mediaset e il processo Mediatrade. Inoltre si chiuderebbe anche il processo di mafia che vede come imputato Marcello Dell'Utri. QUindi una norma tagliata ad hoc, ma che provocherebbe la fine anche di centinaia di migliaia di processi. Per questo è una norma molto contestata, che Alfano aveva annunciato di voler cancellare. Invece ieri il Pdl, in Commissione, ha confermato la sua intenzione di non presentare emendamenti alla legge così come è fatta e di votare contro qualsiasi modifica proposta dalle opposizioni.
Insomma, l'ennesima balla del governo, che intende fare leggi ad personam e non leggi per il miglioramento della situazione della legge in Italia.
Però il deputato del Pdl Enrico Costa assicura che la legge sarà modificata: "Non ci sarà solo la soppressione della norma transitoria, ma una rivisitazione e un miglioramento complessivo del testo, andando incontro a molte delle osservazioni e delle proposte che sono emerse nel corso delle audizioni. E quindi, non solo la norma transitoria, ma anche quella a regime verranno rimodulate".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©