Politica / Politica

Commenta Stampa

Alfano: "Tutto bene con Berlusconi. Si alle primarie"

L'ex guardasigilli non ha problemi con il cavaliere

Alfano: 'Tutto bene con Berlusconi. Si alle primarie'
25/06/2012, 09:06

“Il Pdl non si può separare dal suo fondatore”. Cerca di smorzare i toni Angelino Alfano, nel corso della convention dei giovani del partito a Chianciano. Ai giornalisti parla di un rapporto indissolubile con il cavaliere: “Berlusconi ha con me un rapporto di grande affetto  che è reciproco e ricambiato. Vi è un rapporto davvero solido e indissolubile nato su convinzioni politiche e su rapporti personali. Credo che, chi dice che Berlusconi voglia tagliare le gambe della poltrona sulla quale mi ha messo, lo dica perché è proprio lui a voler tagliare la sedia del Pdl". E ovviamente l’ex Guardasigilli accenna anche al tema delle primarie: “Non vedo perché non dovremmo farle. Noi abbiamo una scelta, fatta in comitato di presidenza, avallata all'unanimità da tutti i sostenitori, quindi andiamo avanti su quella strada. È anche un modo per fare una grande gara delle idee e per una mobilitazione dal basso che sta dando l'idea di queste due forze, il Pd e il Pdl, che si confrontano". Accenni anche alla legge elettorale, sulla quale Alfano invita Casini e Bersani a fare in fretta, poiché se si vuole “la si può fare in tre settimane”. Infine la risposta a Bersani, che aveva accusato il Pdl di voler staccare la spina al governo: “Non abbiamo mai dato una scadenza a questo governo, che lo stiamo sostenendo anche approvando una riforma che non ci convince pienamente come la riforma del mercato del lavoro. Chi vuole far cadere questo governo "se ne assumerà le responsabilità".

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©