Politica / Regione

Commenta Stampa

In merito alle dichiarazioni del vice sindaco Bottone

Alfonso Giorgio esprime solidarietà alla stampa


Alfonso Giorgio esprime solidarietà alla stampa
09/01/2010, 11:01

Alfonso Giorgio (idv) : "Sono profondamente Indignato e meravigliato dalle esternazioni del Vice Sindaco facente funzioni Bottone, non è dato comprendere se le “picconate” lanciate, riguardano il sottoscritto o un servizio di informazione che non fa altro che informare, nella massima trasparenza, di ciò che accade a Pagani, i professionisti in questione si sono occupati del mio caso, da Lei minimizzato, ricevendo proiettili ed intimidazioni, e che hanno sofferto in prima persona la perdita di persone care che credevano nell’onestà e nella legalità dei valori e principio di rango costituzionale.
Vorrei ricordare al Vice Sindaco facente funzioni Bottone che tutti a Pagani sono semplici ed aggiungo onesti cittadini ma non per questo devono essere obbligati a subire impassibili l’operato di quest’amministrazione, e ciò lo dimostra il fatto che le osservazioni di un “semplice cittadino” creano tanto scompiglio e preoccupazione, io credo che le preoccupazioni maggiori verranno quando la Procura di Nocera Inferiore avrà completato il proprio lavoro fornendo la giusta attenzione al tanto pubblicizzato operato dell’ Amministrazione Gambino “Detto Fatto” oppure “Spendi a Pagani”, che con la “Carta di Credito” del Comune è stato fatto “sciacqua rosa e viva agnese” altrove, in questo caso i cittadini paganesi non sono stupidi hanno solo un grande “pregio”: “sanno sopportare in silenzio”.
Sono circa 8 anni che Pagani è alla ribalta della cronaca provinciale, e guarda caso tutto questo succede da quando quest’amministrazione ha preso “possesso” di Palazzo San Carlo, ed ancora più strano che la cronaca “non certo rosa”, ha anche riguardato oltre 10 amministratori ufficialmente indagati, rinviati a giudizio e già condannati per reati che il Codice Penale intitola “Reati contro la Pubblica Amministrazione”.
In riferimento all’attività di denuncia che io sto svolgendo da anni, il Vice Sindaco facente funzioni Bottone dimentica che nel 2003 trattando, da amministratore, gli stessi argomenti delle mie denunce, e mi riferisco anche alla gestione del Cimitero e delle attività allo stesso servizio collegate ecc, fu “intimidito” da ignoti tanto che dovette revocare dall’incarico all’allora direttore del Cimitero M.llo Alfredo Amendola nel momento culmine di ripristino della legalità, secondo me il Vice Sindaco facente funzioni Bottone dimentica queste cose, e adesso s’improvvisa paladino della moralità, mentre lui di moralità e dignità non ha proprio niente".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©