Politica / Parlamento

Commenta Stampa

ALITALIA: GOVERNO PROVA A RIMEDIARE, SINDACATI ESORTANO POLITICA


ALITALIA: GOVERNO PROVA A RIMEDIARE, SINDACATI ESORTANO POLITICA
03/04/2008, 19:04

"Auspico che prevalga il buon senso e riprenda il filo delle trattative'”. Da Bucarest il presidente del Consiglio Romano Prodi interviene sulla situazione di Alitalia.

"Il Governo – ha proseguito il premier - è attento agli sviluppi della trattativa, il Cda di Alitalia dovrà riunirsi e seguiremo tutto con estrema attenzione". A Prodi viene chiesto, sempre nella Capitale rumena, se esista un mandato di 48 ore affidato al sottosegretario Enrico Letta per riallacciare i fili della trattativa tra Air France e i sindacati. Del dossier, questa la risposta, se ne stanno occupando il sottosegretario Enrico Letta ed altri esponenti di governo in maniera molto positiva.

Sul fronte sindacale non si sostiene una posizione radicale e di assoluta chiusura nei confronti di Air France-Klm. Ci sarebbe “la possibilità di una ripresa di contatto per definire una trattativa vera che finora non c'é stata”. E', in sintesi, la posizione delle otto sigle sindacali (esclusa Uil Trasporti) all'indomani della rottura del negoziato con il gruppo franco-olandese sulla vendita di Alitalia.

Alla notizia che il governo ha dato mandato al sottosegretario Enrico Letta di riallacciare il dialogo con il gruppo d'oltralpe, il segretario generale della Filt Cgil, Fabrizio Solari, ha osservato: “Finalmente c’è una disponibilità e speriamo che produca una proposta che faccia partire la trattativa. Non vogliamo un pacco preconfezionato e, per altro, male. Non vogliamo un accordo - ha aggiunto - dove un solo lavoratore non sa che fine fa”.

Massimo Muccioli dell’Anpav farebbe anche un passo indietro se servisse ad evitare il fallimento. E l’Anpac sembra affidarsi a Palazzo Chigi: “No al fallimento, la politica faccia il suo mestiere.
 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©