Politica / Parlamento

Commenta Stampa

ALITALIA: LEGA CONTRO BERLUSCONI


ALITALIA: LEGA CONTRO BERLUSCONI
05/01/2009, 10:01

Cominciano ad esserci molti malumori, nella Lega e non solo, dopo la notizia che AirFrance sta per acquistare il 25 per cento della nuova Alitalia. Infatti è noto che, per la strategia della compagnia franco-olandese, l'interesse appoggerebbe soprattutto su Fiumicino; mentre l'aeroporto lombardo - cattedrale nel deserto, per ora, nonostante siano stati investiti centinaia di miliardi di euro nelle infrastrutture che la collegano a Milano (ricordiamo che Malpensa è in provincia di Varese) - è troppo vicino a Parigi e quindi verrebbe utilizzato al massimo come supporto. E così il SIndaco di Milano, Letizia Moratti, il Presidente della Regione Lombardia Formigoni e il Presidente della Provincia Penati si sono appellati alla Lega Nord, affinchè blocchi questa vendita e preferisca invece la tedesca Lufthansa. La quale è più restia ad entrare sul mercato italiano, ma se lo facesse, senz'altro preferirebbe Malpensa a Fiumicino, dato che non è un ostacolo agli aeroporti tedeschi.

E su questo sfonda una porta aperta, perchè Malpensa è un grosso serbatoio di voti per la Lega, ma il problema è che a questo punto a Berlusconi la cosa non interessa più. Il suo ritorno elettorale l'ha avuto; l'abbiamo pagato noi italiani visto che abbiamo foraggiato e stiamo foraggiando ancora l'ex baraccone della vecchia Alitalia; l'hanno pagato anche i dipendenti Alitalia, visto che oltre 3000 stanno in cassa integrazione e altri 5000 sono stati licenziati; che interesse ha più il nostro Presidente del Consiglio?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©