Politica / Parlamento

Commenta Stampa

ALITALIA: SI' DEL CDM A DECRETO E DDL DELEGA, DI PIETRO ALL'ATTACCO


ALITALIA: SI' DEL CDM A DECRETO E DDL DELEGA, DI PIETRO ALL'ATTACCO
28/08/2008, 13:08

Dal Consiglio dei Ministri via libera al decreto legge ed al disegno di legge delega su Alitalia. Il primo provvedimento vara dunque una riforma delle procedure previste dalla Legge Marzano per il commissariamento come strumento per il salvataggio delle grandi aziende in crisi. Il secondo pone le basi per una riforma più ampia delle norme che regolano l’amministrazione straordinaria.

Nello specifico, il commissario straordinario di un’azienda in crisi potrà anche procedere ad “un’immediata vendita di asset ancora fruttuosi, garantendo così maggior elasticità al modello procedimentale”. Questo prevede la bozza del disegno di legge delega all’esame del Cdm per la riforma della disciplina delle procedure di amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi.

“La questione Alitalia rappresenta una truffa colossale che a tratti – tuona Antonio Di Pietro - ha sconfinato anche nell’illegalità”. Per quanto riguarda il commissariamento di Alitalia deciderà domani il cda della compagnia . “L’interferenza di Berlusconi nella vicenda prima delle elezioni - ribadisce poi il leader Idv – è stato un atto di insider trading, e le promesse di realizzare una cordata italiana in quattro settimane una menzogna che costò cara al popolo italiano, e ai dipendenti di Alitalia mal consigliati anche dai loro protettori, i sindacati”.
 

Il decreto varato dal Consiglio dei ministri prevede indennizzi ai piccoli azionisti, ricorrendo al fondo stanziato dalla finanziaria 2006 per far fronte alle frodi finanziarie con i fondi dei conti dormienti. Il decreto prevede che l'ammissione al commissariamento possa essere decisa anche dal Presidente del Consiglio e non più solo dal ministro dello Sviluppo.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©