Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il Pdl continua ad andare avanti contro la magistratura

Alla Camera il 28 marzo ci sarà il processo breve

Il 7 marzo si discuterà il testamento biologico

Alla Camera il 28 marzo ci sarà il processo breve
23/02/2011, 16:02

ROMA - La conferenza dei capigruppo alla Camera dei Deputati ha deciso di incardinare la discussione sulla legge del cosiddetto "processo breve", fissando la data di inizio al 28 marzo. Si tratta di un escamotage per ridurre i tempi di discussione: svolgendo la parte preliminare dell'esame della legge, poi si possono contingentare i tempi di discussione, riducendo così la possibilità dell'ostruzionismo parlamentare. Questo nonostante tutti i magistrati si siano dichiarati contrari alla legge, che bloccherà gran parte dei processi penali in corso.
Nella stessa conferenza, è stato deciso di calendarizzare un'altra legge molto controversa: il ddl sul testamento biologico, che verrà esaminato a partire dal 7 marzo. SI tratta di una legge che, per come è stata elaborata, obbliga i medici a mantenere in vita a tutti i costi le persone in coma, in gravi condizioni di salute o malati terminali che non possano far valere la propria volontà. E anche se possono esprimersi, non è loro consentito di rinunciare all'alimentazione artificiale, all'idratazione artificiale e alla ventilazione polmonare artificiale. Però forse in questa legge permetteranno ai pazienti di decidere se vogliono il camice bianco o quello verde...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©