Politica / Regione

Commenta Stampa

Alvino (Pdl): “Pizzo, sì ad esenzioni fiscali per chi denuncia


Alvino (Pdl): “Pizzo, sì ad esenzioni fiscali per chi denuncia
06/04/2011, 16:04

“Avviare un serio intervento che preveda sgravi fiscali per i commercianti che denunciano il pizzo. Solo così si potranno rilanciare il commercio e l’artigianato in aree cosiddette depresse della città, come il Borgo Sant’Eligio e la zona di piazza Mercato, dove decine di negozi hanno dovuto abbassare le saracinesche”. La proposta reca la firma di Federico Alvino, consigliere comunale del Pdl e candidato alle prossime elezioni amministrative. “Il pizzo – afferma Alvino – a Napoli è diventata una tassa come tutte le altre per gli esercenti. Questo, chiaramente, rallenta il processo di crescita delle piccole e medie aziende che, per ovvi motivi, sono costrette a chiudere le loro attività. Proprio in questi giorni ho incontrato numerosi negozianti del centro storico, in particolare delle zone di piazza Mercato e del Borgo Sant’Eligio che, in forma anonima, mi hanno rivelato di essere vittime del racket che, aggiungendosi alla crisi economica, li costringerà a soccombere e a cedere le loro attività, in molti casi storiche. È per questo – rilancia l’esponente del Pdl – che credo sia opportuno che la nuova Amministrazione si adoperi per fornire incentivi alle imprese che denunciano il pizzo, attraverso la concessione di esenzioni fiscali per il pagamento della tarsu, per l’occupazione del suolo pubblico e per gli altri tributi previsti dal piano commerciale del Comune”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©