Politica / Regione

Commenta Stampa

Amato: "La battaglia per l’acqua non è una questione ideologica"


Amato: 'La battaglia per l’acqua non è una questione ideologica'
11/11/2009, 16:11


NAPOLI - "Come più volte già sottolineato pubblicamente in queste ultime settimane ribadisco l’urgenza di riprendere in Campania la discussione sulla gestione dell’acqua, soprattutto alla luce del decreto governativo che porta ad una privatizzazione selvaggia del comparto" afferma in una nota il consigliere Antonio Amato. "Ho già sollecitato le commissioni consiliari dove giacciono proposte di legge che non hanno mai concluso il loro iter. Si deve giungere, prima della fine della legislatura, almeno ad una chiara dichiarazione degli organismi regionali, sull’impossibilità di mercificare quello che è il fondamento stesso della vita. Spero che la proposta di legge presentata dal collega Nocera possa quindi servire a smuovere ulteriormente una discussione che, per responsabilità politiche di tutti, è rimasta bloccata per oltre tre anni. E’ del 2006 una proposta dell’allora gruppo DS per la creazione di una società a capitale pubblico, aperta alla compartecipazione di altre regioni, per la gestione della rete idrica e dei servizi. E tante altre proposte non sono state più esaminate. Non si tratta -  continua Amato -  di una battaglia ideologica, qui di ideologico c’è solo il mito del mercato. Spero inoltre - conclude Amato - che anche tanti rappresentanti istituzionali campani, diano il loro sostegno alla campagna nazionale “Salva l’acqua” che ha già raccolto migliaia di adesioni"

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©