Politica / Parlamento

Commenta Stampa

AMATO (PD): QUATTRO DOMANDE AL SINDACO E AL SOTTOSEGRETARIO BERTOLASO


AMATO (PD): QUATTRO DOMANDE AL SINDACO E AL SOTTOSEGRETARIO BERTOLASO
26/06/2008, 15:06

Il Consigliere Amato si dimostra poco attirato dall'idea di costruire il termovalorizzatore ad Agnano, ed esprime così i suoi dubbi: "Vorrei porre alcune domande molto semplici al Sindaco, all’Amministrazione del Comune di Napoli e al Sottosegretario Bertolaso in merito all’area sulla quale dovrà sorgere il termovalorizzatore.

Innanzitutto, come si rende compatibile la presenza di un termovalorizzatore in un’ area sismica e vulcanica attiva, quale è quella di Agnano e più in generale dei Campi Flegrei? Questo è un dato di riflessione che hanno anche sollevato i vulcanologi intervenuti in questi giorni sulla stampa.
Poi insisto, vorrei sapere perché sono state scartate aree e suoli pubblici, costringendo in tal caso lo Stato a far ricorso alla procedura di esproprio?
E se si è tenuto conto dei vincoli urbanistici, domando: come si coniuga l’impatto di una tale struttura con il territorio?
Infine, e non è di poco conto, qual è il destino previsto per quest’area, visto che è evidente che occorra una vocazione altamente turistica?

Sono quattro domande che rivolgo al Sindaco, all’Amministrazione di Napoli e al Sottosegretario Bertolaso sulle quali mi attendo risposte convincenti. Non sono contrario in maniera ideologica alla costruzione del termovalorizzatore, né ritengo di far parte del partito dei veti. Anzi se le risposte fossero convincenti sarei il primo a battermi per la realizzazione dell’impianto. Ma il punto dolente è proprio questo: non ci sono stati, a mio parere, accertamenti seri , si è esclusa l’area Est che era più idonea, e alla fine il rischio è che la scelta di Agnano appaia più una forzatura dettata da logiche politiche che non da criteri tecnici e scientifici. A prescindere dal decreto emanato dal governo Berlusconi, è necessario una seria e trasparente valutazione perché le conseguenti decisioni siano convincenti e condivise dai territori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©