Politica / Regione

Commenta Stampa

Amato (PD) su centro di medicina alternativa del San Paolo


Amato (PD) su centro di medicina alternativa del San Paolo
23/02/2011, 17:02

«Il Dott. Vasco fa il suo lavoro da tecnico e fornisce risposte esclusivamente procedurali che comunque vanno approfondite per verificarne la piena fondatezza. In ogni caso, a noi, ai cittadini, interessa piuttosto una risposta politica sulla volontà o meno di non chiudere un centro di eccellenza della sanità campana, che non ha costi aggiuntivi e risponde ai diritti ed a una specifica domanda dei cittadini» lo afferma il consigliere del PD Antonio Amato «Ancora di più alla luce di quanto emerge dalla nota diffusa, sollecitiamo una risposta immediata del Presidente della Giunta al question time presentato ieri. Qui si tratta di capire se all’interno della rimodulazione della spesa sanitaria campana si dà spazio ad esperienze d’eccellenza come quella del Centro di medicina alternativa del San Paolo, o se si preferisce affossarle per una scelta politica che non può essere nascosta con linguaggio burocratico. Caldoro» continua Amato «assuma la responsabilità di un indirizzo chiaro sulla politica sanitaria regionale, a partire dalla scelta dei nuovi commissari e direttori sanitari delle ASL. Non è possibile continuare ad affrontare situazioni tanto gravi con commissari pro-tempore prorogati di settimana in settimana che non possono assumere responsabilità di programmazione. In ogni caso» conclude Amato «Sollecito ancora la giunta ad assumere soluzioni responsabili che consentano di far proseguire le attività del Centro del San Paolo, anche per evitare alla nostra regione l’ennesima brutta figura nazionale ed internazionale». Così Antonio Amato (consigliere regionale PD): Sul centro di medicina alternativa del San Polo servono risposte politiche non astrusi tecnicismi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©