Politica / Regione

Commenta Stampa

Ganapini (Regione): no a psicosi mare, è balneabile

Ambiente: Cesaro, mare balneabile, pretestuosi sono gli allarmismi


.

Ambiente: Cesaro, mare balneabile, pretestuosi sono gli allarmismi
21/07/2009, 15:07

Un tavolo di lavoro interistituzionale permanente, una campagna di sensibilizzazione volta a tranquillizzare le popolazioni locali e lo studio di forme di incentivazione del turismo pendolare. Sono queste alcune delle iniziative annunciate dal presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, per far fronte alla crisi che ha colpito il comparto balneazione nel Napoletano e nel Casertano. "La situazione del mare in provincia di Napoli - ha affermato Cesaro - non è cambiata rispetto allo scorso anno. Se era balneabile la scorsa estate, lo è anche quest'anno. Ogni allarmismo appare pretestuoso e fuor di luogo. Per questo motivo, la fuga in massa dal nostro litorale non è giustificata o supportata da alcun dato scientifico. Continuare su questa strada, che va a danneggiare soltanto la fragile economia turistica del litorale domizio-flegreo, non giova a nessuno". "I risultati dell'Arpac di ieri ci dicono che il mare è balneabile. La situazione è sotto controllo, dunque no a psicosi o isterie". Parole dell'assessore regionale all'Ambiente Walter Ganapini "I controlli ci sono - ha detto - e posso dire che non c'é né allarme sanitario né ambientale. Laddove c'é scritto che il mare è balneabile è balneabile". Quanto alla presenza di vermi Ganapini ha detto che sono in corso verifiche alla stazione zoologica Anton Dohrn ma di ritenere che si tratti di "esche usate per pescare e che sono risalite perché la sabbia si è saturata di acqua. Non ci risultano casi di malattie". Sugli impianti di depurazione del litorale flegreo Ganapini ha ricordato che la Idrogest, che si è aggiudicata l'appalto, investirà 20 milioni entro settembre e 130 in un anno. Tuttavia l'assessore non ha nascosto che esiste un problema depuratori: "Non si può pensare di risolvere in tre settimane un problema datato trent'anni, - ha sottolineato -. I depuratori stanno funzionando bene, ma facendo un paragone automobilistico, é come se prima avessimo delle Maserati che oggi si sono ridotte a delle Topolino".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©