Politica / Regione

Commenta Stampa

Ambiente, l'assessore Romano incontra il ministro Orlando


Ambiente, l'assessore Romano incontra il ministro Orlando
14/05/2013, 14:29

L'assessore all'Ambiente della Regione Campania Giovanni Romano ha incontrato oggi a Roma il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando per fare il punto, insieme con gli altri assessori regionali italiani, sulle situazioni ambientali più delicate che riguardano la Campania.

 

I temi discussi integrano quelli già emersi nel corso della Conferenza Stato-Regioni.

 

In primo piano c'è la richiesta avanzata dall'assessore Romano al ministro Orlando di "consentire una deroga alle regole del Patto di Stabilità per l'impiego dei fondi FAS e CIPE. Ciò consentirebbe, tra l'altro - ha evidenziato l'assessore - di sbloccare i 150 milioni destinati al potenziamento dei sistemi di raccolta differenziata dei Comuni e all'impiantistica già predisposta.”

 

L'assessore Romano, nel corso della riunione, ha illustrato anche le ulteriori necessità: "L'accompagnamento del Ministero e l'accelerazione delle procedure di autorizzazione per i 5 ex SIN ("Siti di interesse nazionale") e il completamento della bonifica ambientale dell'area SIN di Bagnoli, l'ottenimento di ulteriori risorse finanziarie per l'attuazione degli interventi nel campo delle bonifiche per scongiurare le sanzioni della procedura di infrazione europea ancora in atto (n.2003/2007), la predisposizione di sanzioni penali più dure e la reintroduzione dell'arresto per il reato di abbandono dei rifiuti e combustione incontrollata per contrastare il fenomeno della Terra dei Fuochi, la revisione della Tares e il sostegno del Ministero per implementare meccanismi tariffari che consentano di far pagare di meno a chi differenzia di più con un meccanismo di premialità per i Comuni virtuosi, la costruzione di un PON Nazionale in vista della prossima programmazione europea 2014-2020  per finanziare interventi strutturali volti a superare definitivamente ritardi e criticità e per sviluppare l’ economia dell'ambiente legata alla salvaguardia e alla valorizzazione delle risorse ambientali, un accompagnamento normativo nazionale alla nuova legge regionale sul ciclo dei rifiuti con norme che aiutino a garantire la tenuta dei livelli occupazionali dei lavoratori dei Consorzi di Bacino.”

 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©