Politica / Regione

Commenta Stampa

Amente, dopo visita al depuratore di Cuma


Amente, dopo visita al depuratore di Cuma
05/10/2011, 09:10

“Bisogna agire al più presto per una verifica della zona Asi di Giugliano, la situazione è allarmante e c’è bisogno di fare in fretta”. Questo l’appello rivolto alla Commissione della Regione Campania Speciale Controllo bonifiche ambientali e sui siti di smaltimento rifiuti, da parte della vice presidente della Commissione stessa Mafalda Amente in visita questa mattina al depuratore di Cuma. In visita al depuratore di Cuma, insieme con Mafalda Amente del Popolo delle Libertà, anche il presidente della III Commissione Regionale Speciale Antonio Amato, il Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano, Maurizio Rossi e Silvana Fiorillo dell’Hydrogest, e Manlio Martone del Ciclo Integrato delle Acque. “Durante l’incontro di questa mattina - ha detto Amente – ho potuto rilevare che lo sforamento dei parametri è causato dall’arrivo di scarichi industriali non autorizzati dalla zona Asi di Giugliano e che ad oggi continuino a giungere borlande di distilleria, a cui spesso, soprattutto dal collettore di Napoli, si aggiunge zinco nonostante da anni sia stata segnalata la questione alle autorità competenti. L’impianto flegreo urge di una modernizzazione e – ha aggiunto la consigliera Pdl - sicuramente non è ancora a norma. Dobbiamo al più presto entrare in possesso dei dati completi relativi all’analisi delle acque, dopodiché potremo effettuare un sopralluogo in zona Asi a Giugliano e passare così alla seconda fase, utile per rendere realmente funzionale l’impianto di Cuma ed evitare ulteriori danni all’ambiente”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©