Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Amianto, Valente: "Benefici non riconosciuti a lavoratori"

Ministro chiarisca

Amianto, Valente: 'Benefici non riconosciuti a lavoratori'
12/07/2013, 10:46

ROMA - Un’interrogazione a risposta scritta è stata presentata dalla deputata Pd Valeria Valente al ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Enrico Giovannini per conoscere le ragioni che hanno ostacolato finora il riconoscimento, da parte del Contarp (Consulenza Tecnica Accertamento Rischi Professionali), dei benefici previdenziali riconosciuti ai dipendenti civili del ministero della Difesa che per un periodo di tempo non inferiore a dieci anni sono stati esposti all'amianto.
 
In particolare, dal momento che le istanze sono state regolarmente presentate e l’organismo tecnico a ciò preposto dell'Inail, il Contarp, dopo aver avviato gli accertamenti ha anche acquisito tutta la documentazione, l’interrogazione chiede al ministro del Lavoro di intervenire non solo per "chiarire i motivi di questo ritardo" ma anche per "sollecitare i riconoscimenti dei benefici per esposizione all'amianto".

"E’ doveroso procedere al più presto con il riconoscimento dei benefici previdenziali previsti dalla legge per tutti i dipendenti civili del ministero della Difesa che per anni hanno prestato la propria attività lavorativa in condizioni di esposizione all'amianto – afferma la  deputata Pd componente della commissione Difesa –. Del resto le istanze sono state regolarmente presentate nei tempi previsti da tutte le regioni e non è accettabile che solo per motivi burocratici questi lavoratori non abbiano ancora ottenuto il riconoscimento delle proprie prerogative". 

"Solo in Campania - spiega Valente - tra i dipendenti civili dell'Arsenale dell'Esercito di Napoli, l'ex Spolettificio di Torre Annunziata, il Polo Mantenimento Pesante Sud di Nola e la Marina Militare, le richieste al Contarp sono state più di mille e anche se il procedimento di accertamento, avviato nel 2004, si è regolarmente concluso nel 2009 l'Inail non ha ancora provveduto a riconoscere i benefici previdenziali".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©