Politica / Regione

Commenta Stampa

Per ora, la situazione è di parità

Amministrative: alle Provinciali finisce 2-2, tra 15 giorni i ballottaggi


Amministrative: alle Provinciali finisce 2-2, tra 15 giorni i ballottaggi
17/05/2011, 10:05

ROMA - Molto incerta la partita tra gli schieramenti alle provinciali. La destra al governo è vincente in due province: a Treviso, dove Leonardo Muraro ha battuto il suo avversario del Pd, Floriana Casellato, per 57,5% dei voti contro il 32,9%; e a Campobasso, dove Roberto De Matteis ha raggiunto il 54,2%, battendo Micaela Fanelli, a capo di una coalizione del centrosinistra, che si è fermata al 30,9%. In altre due province, invece ha vinto il Pd e gli altri partiti del centrosinistra: a Lucca, dove Stefano Baccelli ha raggiunto il 55%, sconfiggendo Gabriele Brunini, esponente del centrodestra, che si è fermato al 41%; e a Ravenna, dove Claudio Casadio sbaraglia col 62% l'esponente del centrodestra, Rudi Capucci, che non va oltre il 26,7% dei voti.
In altre cinque province si va al ballottaggio: a Macerata Antonio Pettinari, a capo di una coalizione del centrosinistra, ha raggiunto il 43,1%, contro il 42,7 del centrodestra con Franco Capponi. Ma questa situazione di sostanziale parità può essere cambiata, se al secondo turno i voti del terzo candidato a sindaco (Francesco Acquaroli, appoggiato dai partiti di sinistra, che ha totalizzato quasi il 10%) si concentreranno su Pettinari. Situazione simile a Mantova, dove Alessandro Pastacci, a capo di una coalizione di centrosinistra, è arrivato al 41,8%, superando Gianni Fava, candidato della destra di governo, che è arrivato al 41,1%.
Situazione diversa a Pavia, dove il candidato della destra Ruggero Invernizzi col 44,1% ha distanziato Daniele Bosone, esponente del centrosinistra, che si è fermato al 33,8%. Anche a Reggio Calabria il centrodestra è in vantaggio, con Giuseppe Raffa che conquista il 45,4% contro il 26,6% di Morabito Giuseppe, esponente del centrosinistra. Ago della bilancia sarà Pietro Fuda, che alla guida di una coalizione formata da liste civiche e partiti di centro, è arrivato al 21,9%. Una manciata di voti ha impedito a Carlo Vercellotti, esponente del Pdl, di conquistare la provincia di Vercelli: si è fermato al 49% di preferenze. Poche possibilità per Luigi Bobba, a capo di una coalizione di centro sinistra, che è arrivato al 33%
 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©