Politica / Politica

Commenta Stampa

Amoroso: “Finmeccanica prossima alla cessione di ansaldobreda, tegola per firema”


Amoroso: “Finmeccanica prossima alla cessione di ansaldobreda, tegola per firema”
19/11/2011, 10:11

"Dall'ultimo CDA di Finmeccanica si apprende la triste notizia della volontà di concentrarsi sui settori aziendali della difesa e della ricerca, abbandonando di fatto i vecchi rami aziendali."
Lo afferma in una nota Paride Amoroso, coordinatore Provinciale di Caserta, nonché membro del direttivo Regionale di Grande Sud, partito del leader Gianfranco Miccichè.
"La decisione viene fuori da una situazione agitata scaturita non solo dalla situazione politica, ma soprattutto dalla fredda logica dei numeri. Solo la cessione di Ansaldo Energia aveva sostenuto i costi. Ebbene, ora, nel terzo trimestre questo effetto positivo non c'è più, le performance sono peggiorate delegato Giuseppe Orsi ha voluto rivedere contratti e contabilizzare i costi di una ristrutturazione che non può essere indolore. Lo conferma la fusione tra Alenia Aeronautica ed Alenia Aermacchi, con un piano industriale che ha ottenuto il via libera sindacale, anche perché welfare oriented. Strano perché solo agli inizi di Novembre, lo stesso amministratore delegato Orsi, uomo della Lega, aveva assicurato che Finmeccanica non procedeva in alcun modo a dismissioni anzi cercava partner forti in alcune attività."
"Nel settore dei trasporti - aggiunge Amoroso - Finmeccanica conta di finalizzare un partenariato strategico per la sua consociata AnsaldoBreda (treni, metropolitane), che sarà venduta, per sostenere il rilancio della società. Rilancio per Finmeccanica ma "botta finale" per Firema, che aveva come unico spiraglio l'acquisizione da parte di AnsaldoBreda e quindi della holding di Orsi."
"Manderemo - conclude Amoroso - subito un appunto, unitamente al coordinatore Regionale di Grande Sud, On. Maurizio Iapicca, al deputato Campano di Grande Sud, On. Marco Pugliese, al nostro leader Gianfranco Miccichè per chiedere un intervento con la Presidenza del Consiglio ed il neo Ministro Passera al fine di evitare la "morte" di grandi aziende, come la Firema, che contano migliaia di lavoratori su tutto il territorio nazionale."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©