Politica / Politica

Commenta Stampa

Lo afferma il cardinale Bagnasco: "Un passo in avanti"

Anche i vescovi italiani promuovono misure-lavoro del governo

Per il capo della Cei bisogna rivalorizzare la famiglia

Anche i vescovi italiani promuovono misure-lavoro del governo
28/06/2013, 17:26

Genova – Dopo le parole di ottimismo pronunciate dal capo di Confindustria Giorgio Squinzi, è la volta dei vescovi italiani a promuovere le misure varate nei giorni scorsi dal governo Letta sull’occupazione giovanile. A parlare è stato il cardinale Bagnasco, presidente della Cei, che ha definito gli interventi del governo ''un passo in avanti”:  “E' già qualcosa, meglio di niente, e speriamo che dopo questo se ne facciano altri', dice Bagnasco

Le parole dell’arcivescovo di Genova arrivano a margine della presentazione della giornata della ricerca che si e' svolta oggi all'ospedale Galliera, di cui il porporato presiede il Consiglio di amministrazione. ''Certamente - ha proseguito il presidente della Cei - la situazione e' talmente grave e complicata che c'e' tutta una serie di misure che bisogna mettere a punto e che non sono facili. Prendiamo atto di questo e speriamo che possa nascere un filo di speranza, nel cuore dei giovani in particolare, ma di tutti''.

Il cardinale ha poi spiegato che ''in Italia e' soprattutto la famiglia che tiene perchè e' il luogo dove gli anziani, i padri e i nonni hanno messo insieme dei risparmi che stanno condividendo con i figli o i nipoti''. ''Questo ruolo di presidio che ha la famiglia - ha aggiunto il card. Bagnasco - dovrebbe essere molto più dichiarato, valorizzato e riconosciuto'' anche se ''non c'e' solo questo aspetto economico ma anche un aspetto morale, spirituale, psicologico perchè all'interno del nucleo familiare ognuno, che e' in difficoltà seria, sa di non essere solo. Questo e' importantissimo per non cedere alla disperazione''

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©