Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Da domani si andrà ad oltranza

Ancora fumata nera, il Parlamento non elegge il Csm


Ancora fumata nera, il Parlamento non elegge il Csm
27/07/2010, 14:07

ROMA - Ancora una volta Il Parlamento non riesce ad eleggere gli 8 membri del Csm di sua competenza (i cosiddetti "membri laici"), nella elezione di oggi. Perchè l'elezione venga considerata valida, bisogna che ciascuno dei candidati superi un certo quorum; cosa che non è successa, nonostante il Pd abbia votato compattamente scheda bianca, in modo da far abbassare il suddetto quorum. Resta aperto anche il problema della scelta del Vice Presidente del Csm (Il Presidente è di diritto il Presidente della Repubblica, ma è una presidenza pro-forma; in realtà a guidare il Consiglio Superiore della Magistratura è il Vice Presidente), che l'Udc vorrebbe affidare ad un suo esponente. Ma la cosa non è così certa, e così si continua a fare votazioni inutili.
Votazioni che continueranno ad oltranza, come hanno deciso i Presidenti di Camera e Senato, al ritmo di due al giorno. L'obiettivo è completare l'elenco dei nuovi eletti entro il 31 luglio, data in cui il Csm scade e deve essere sostituito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©