Politica / Regione

Commenta Stampa

Andrea Santoro (FLI): «Sequestro Bagnolifutura, finalmente!»


Andrea Santoro (FLI): «Sequestro Bagnolifutura, finalmente!»
11/04/2013, 17:20

Il capogruppo di FLI al Consiglio comunale di Napoli Andrea Santoro ha rilasciato la seguente nota:
    «Finalmente, grazie all'azione coraggiosa dei magistrati della Procura di Napoli, si potrà fare luce su quanto accaduto a Bagnoli negli ultimi quindici anni. Sembra finalmente essersi squarciato quel velo di omertà consociativa che per anni ha coperto tutte le nefandezze compiute».
    «Da anni insisto nel denunciare in Consiglio comunale la presenza di idrocarburi a pochi centimetri sotto la sabbia dei fondali marini, la sparizione fraudolenta dei test biologici con i mitili che aveva predisposto l'ARPAC, nonchè la necessità di approfondire l'aspetto delle bonifiche a terra, con i cumuli di materiale tossico che da testimonianze erano stati spostati da una parte all'altra solo per costringere a dover bonificare un'area enormemente più vasta di quella originaria. Dall'inizio di questa consiliatura poi è stato volutamente creato lo stallo per l'elezione del Presidente della Commissione di Vigilanza su Bagnolifutura, un organismo che evidentemente ben poco ha vigilato negli anni scorsi. Ho sempre avuto il sospetto che ad impedire la mia elezione alla guida della Commissione vi sia stata la regia bipartisan di qualcuno fortemente preoccupato che potessi andare a mettere il naso nelle gestioni pregresse».
    «Il consiglio comunale convocato per il prossimo 18 aprile assume a questo punto un significato del tutto nuovo e sono certo che, ancora prima di quella data, il Sindaco Luigi De Magistris prenderà urgenti provvedimenti per l'autotutela del Comune in attesa che si compia l'azione giudiziaria».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©