Politica / Politica

Commenta Stampa

Andrea Santoro (FLI): «Suicidi dal Ponte di via Castellino, il problema è il disagio sociale non le reti o cancellate che si vorrebbero installare»


Andrea Santoro (FLI): «Suicidi dal Ponte di via Castellino, il problema è il disagio sociale non le reti o cancellate che si vorrebbero installare»
22/07/2013, 14:11

Il capogruppo di FLI al Consiglio comunale di Napoli Andrea Santoro ha rilasciato la seguente nota:
«Apprendo con sgomento la tragica notizia dell'ennesimo suicidio accaduto sul mio quartiere, da quel ponte di via Castellino che continua ad essere teatro di sentimenti contrastanti: lì dove un ragazzo di soli 25 anni ha scelto di morire, l'ultimo di un doloroso lungo elenco, lì dove di frequente tanti suoi coetanei invece scelgono di appendere striscioni contenenti frasi d'amore».
«Trovo incredibile però che il problema diventi il ponte: la mancanza di reti, la necessità di cancellate invalicabili... Invece di perdere tempo appresso a queste cose, bisognerebbe interrogarsi sul perchè un ragazzo di soli 25 anni decide di farla finita con la propria vita. E prima di lui nei giorni scorsi altri due uomini proprio su quella strada e chissà quanti altri gettandosi da altri posti. Il disagio sociale ed economico che sta attraversando la nostra città è drammatico ed i casi di depressione sono in aumento. Spesso non si tratta neanche di depressione, spesso si tratta di scelte lucide e consapevoli. Di questo dobbiamo preoccuparci: della mancanza di una rete sociale in grado di assistere i più deboli o quelli che finiscono in difficoltà, non di una rete di plastica che impedisca alla prossima vittima di lanciarsi dal ponte di via Castellino ma che non gli impedirà di lanciarsi dal balcone di casa o da qualche altra parte».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©