Politica / Politica

Commenta Stampa

Il presidente della Cei preme per un esecutivo stabile

Angelo Bagnasco: "Subito un governo contro la crisi"


Angelo Bagnasco: 'Subito un governo contro la crisi'
12/04/2013, 19:14

GENOVA - A margine di un convegno titolato “'Le sfide del XXI secolo e la Dottrina sociale della Chiesa", il Presidente della Conferenza episcopale italiana Angelo Bagnasco interviene sull’immobilismo in cui sono imprigionate le istituzioni politiche dopo l’incertezza scaturita dalle scorse consultazioni elettorali.

L’arcivescovo di Genova esorta la politica a formare subito un esecutivo stabile: "La necessità e l'urgenza di un governo stabile e immediato si impone sempre di più".

Stimolato dai giornalisti, Bagnasco interviene anche sull’imminente elezione del nuovo Presidente della Repubblica: "Come Chiesa auspichiamo che il Paese possa esprimere una personalità di alto livello, di alta considerazione ma anche di equilibrio": Potrebbe essere una donna? "Perchè no. L'importante è il livello, la capacità personale, il profilo intellettuale e morale".

E poi aggiunge: "Il ruolo del capo dello Stato è sempre più determinante quanto più le situazioni sono difficili, come in questo momento storico. L'esempio del presidente Napolitano è evidente e come Chiesa auspichiamo che il Paese possa esprimere una personalità di alta considerazione" capace "di stimolo e di sprone degli altri poteri dello Stato che fanno parte della democrazia repubblicana". 

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©