Politica / Regione

Commenta Stampa

Angelo Marino: "Lidi balneari, il sistema di aste pubbliche favorisce la criminalità"


Angelo Marino: 'Lidi balneari, il sistema di aste pubbliche favorisce la criminalità'
29/03/2011, 14:03

NAPOLI, 22 MARZO 2011 – “Sono fortemente preoccupato per il pericolo di infiltrazioni criminali nelle aste pubbliche per l’assegnazione della gestione degli stabilimenti balneari nel Lazio e in Campania”.

E’ quanto afferma il vicepresidente della Commissione di inchiesta Anticamorra della Regione Campania, Angelo Marino.

“Pur condividendo il principio della libera concorrenza nella gestione dei lidi balneari, non posso non sottolineare che il sistema delle aste introdotto dalla Unione Europea non tiene conto delle specificità dei litorali, come Lazio e Campania, dove è forte il rischio di infiltrazioni della camorra e della criminalità organizzata” – aggiunge l’esponente di Forza del Sud. “Per questo – conclude - chiedo al Parlamento di pensare ad una legge quadro nazionale, con il contributo delle Regioni, tendente a non penalizzare chi, in maniera corretta, ha investito in questo settore e a porre quei paletti volti ad evitare che i soldi della camorra vengano ripuliti attraverso l’acquisizione di spiagge e di lidi balneari”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©