Politica / Politica

Commenta Stampa

Anna Rea: “la fiat di Pomigliano e’ il mezzogiorno che crede nel lavoro”


Anna Rea: “la fiat di Pomigliano e’ il mezzogiorno che crede nel lavoro”
15/12/2011, 12:12

La Fiat di Pomigliano è il Mezzogiorno che crede nel lavoro, che non si abbatte e che si misura coraggiosamente col mercato, è quanto afferma Anna Rea, segretario generale della UIL Campania, che oggi pomeriggio ha partecipato all’inaugurazione della Panda allo stabilimento Gianbattista Vico.
Siamo di fronte ad un’azienda competitiva nel prodotto e nel processo, sottolinea il leader della UIL Campania, un’azienda dove il lavoratore è protagonista e dove la sicurezza non è messa in secondo piano. Anche la campagna di comunicazione e quella pubblicitaria, insieme alla forti agevolazioni per l’acquisto della nuova Panda, vanno in una direzione che vuole essere vincente. Così come l’impegno della Regione con le risorse per la cassa integrazione e la formazione.
In una situazione di profonda crisi, come quella che stiamo vivendo, continua Anna Rea, riaprire una fabbrica messa completamente a nuovo, significa assicurare il diritto principale che è quello al lavoro, fondamento di ogni democrazia.
Il mondo e la competitività sono cambiate, sottolinea Rea, dovrebbe capirlo anche la Fiom, anzi, molti lavoratori che hanno votato no al referendum sull’accordo fortemente voluto da UIL, CISL e FISMIC, si stanno già ricredendo, aumentando consistentemente quella percentuale del 63,4%. Adesso bisogna solo guardare alle risposte del mercato che con ottimismo e lungimiranza ci auguriamo siano positive.
In questo contesto, conclude Re, a poco servono le dichiarazioni irresponsabili di un rappresentante delle istituzioni locali che dovrebbe dare fiducia e sostegno a tutti i lavoratori che in questo progetto ci credono e ci lavorano, piuttosto che dare spazio ad una sola minoranza sindacale o improvvisarsi a pseudo-rappresentante di sindacato di base.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©