Politica / Politica

Commenta Stampa

Ansaldo, massiccia adesione allo sciopero: CGIL preoccupata


Ansaldo, massiccia adesione allo sciopero: CGIL preoccupata
12/10/2011, 17:10

Napoli, 12 ottobre - “La massiccia adesione allo sciopero di questa mattina, ribadisce la volontà di tutte le lavoratrici e lavoratori di Ansaldo STS di respingere con forza ogni ipotesi di vendita dell’azienda a chicchessia”. E’ quanto afferma Giuseppe Di Lauro, della Rsu Fiom Ansaldo Sts. “Non potremmo mai avallare – precisa Di Lauro - visto il grande indebitamento di Finmeccanica, operazioni tese a "fare cassa" mettendo in discussione per l'ennesima volta lavoro e lavoratori. Ci sembra "Pura Follia" privare, il già tanto massacrato apparato industriale italiano, di un'azienda e di un settore, definito in altri paesi europei strategico, pretendendo poi di rilanciare economia e occupazione”. “Siamo stanchi di essere quelli che pagano sempre – conclude Di Lauro - siamo stufi di essere considerati i designati agnelli sacrificali immolati sull'altare dell'incompetenza, dell'interesse fine a se stesso, dell'inconsistenza di strategie industriali tese a valorizzare lavoro e lavoratori Italiani”.

A prospettare una situazione ancor più nebulosa e incerta è il delegato della Rsu Fiom, Ansaldo Breda, Salvatore Cavallo. “La preoccupazione rispetto all’Ansaldo Sts – dice - è maggiore in quanto Sts è un’azienda che produce utile, è un fiore all’occhiello di Finmeccanica, mentre l’Ansaldo Breda si trova in una situazione economica disastrosa”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©