Politica / Politica

Commenta Stampa

Antonio Amato: domani a Reggio Calabria per l’incontro degli organismi regionali del sud per il contrasto alle mafie

Nomina di Roberti darà nuovo slancio alla lotta alle mafie

Antonio Amato: domani a Reggio Calabria per l’incontro degli organismi regionali del sud per il contrasto alle mafie
25/07/2013, 16:01

«L’incontro promosso per domani a Reggio Calabria dove si ritroveranno i gruppi di lavoro contro le mafie degli organismi regionali di Calabria, Puglia, Campania e Sicilia, rappresenta un appuntamento importante che, a fronte della nomina di Franco Roberti a Procuratore Nazionale Antimafia, assume un ulteriore importante valenza» lo afferma il Presidente della Commissione Regionale Ecomafie e Beni Confiscati della Campania che si appresta a partecipare alla prima riunione degli organismi delle regioni del sud votati al contrasto alla criminalità organizzata e alla promozione della legalità «Ai complimenti e agli auguri al Procuratore Roberti, si unisce la certezza che questa importante nomina darà un impulso fondamentale alla lotta alle mafie. E’ una bella notizia che spero sia di auspicio per la proficua riuscita di questo summit interregionale di contrasto alla criminalità organizzata. Le specificità regionali» continua Amato «non devono mai farci perdere di vista l’interrelazione del macrofenomeno delle mafie, e la necessità di intessere reti e strategie comuni per combatterle. Sarà fondamentale lo scambio esperienziale e la volontà di costruire azioni sinergiche, a partire da settori di fondamentale importanza come la lotta alle ecomafie e il riutilizzo dei beni confiscati. Su questo ultimo punto» conclude il Presidente della commissione regionale «oltre alla denuncia delle ormai sistemiche disfunzioni di sistema, dalla Campania porteremo le buone esperienze di riutilizzo che si stanno sviluppando e la concreta possibilità di sviluppare dai beni confiscati nuove forme di economia sociale. Porteremo anche il la legge sui beni confiscati che ha ricevuto un comune plauso a livello nazionale. Peccato che, al momento, resta solo sulla carta, mancando dal nostro governo regionale qualsiasi azione per la sua attuazione».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©