Politica / Parlamento

Commenta Stampa

"La regione deve essere pronta a sostenere i lavoratori"

Antonio Amato: "Dramma lavoro, qui si gioca al massacro"


Antonio Amato: 'Dramma lavoro, qui si gioca al massacro'
03/09/2009, 14:09


«Non si può più continuare a prendere in giro nessuno: la situazione – lavoro in Campania è al collasso ed il Governo centrale continua a latitare in un assordante silenzio. Qui si gioca al massacro e ogni giorno che passa nell’ignavia e nell’immobilismo rischia di farci precipitare in una stagione di fortissime tensioni sociali» afferma il consigliere Regionale del PD Antonio Amato intervenendo a sostegno dei lavoratori dell’ex Montefibre di Acerra e annunciando la propria adesione ai cortei di protesta dei lavoratori dell’Area Torrese – Stabiese «Il fallimento del piano di reindustrializzazione dell’ex Montefibre è l’ennesimo episodio che mette in ginocchio centinaia di lavoratori da mesi senza stipendio. Se consideriamo l’allarme lanciato dai sindaci di Torre del Greco, Torre Annunziata e Castellammare di Stabia, che condivido e sostengo in pieno, il dramma delle migliaia di precari della scuola, lo sciopero della fame cui sono costretti i lavoratori del pastificio di Teverola, abbiamo il quadro di una condizione che possiamo definire di calamità.  Paghiamo una totale incompetenza governativa nella gestione della crisi e un completo disinteressamento per il Meridione, scomparso dall’agenda politica in nome dei consensi leghisti. Non vorrei» continua Amato «che ci sia la deliberata intenzione di trasformare questioni di natura economica  e sociale in problemi di ordine pubblico. La regione deve essere pronta a sostenere i lavoratori e le loro istanze con tutti gli strumenti che possiede»

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©