Politica / Regione

Commenta Stampa

Antonio Amato (PD): "Il consiglio regionale dice no alla discarica del Castagnaro"


Antonio Amato (PD): 'Il consiglio regionale dice no alla discarica del Castagnaro'
02/03/2012, 12:03

<<Il consiglio regionale dice no all’ipotesi di realizzare una discarica al Castagnaro, il Commissario Vardè riveda urgentemente le sue scelte>> lo afferma Antonio Amato Presidente della Commissione regionale ecomafie e siti smaltimenti rifiuti <<Questa sera è stato accolto all’unanimità l’ordine del giorno proposto dalla commissione che presiedo. E’ un atto bipartisan dal grande valore politico che impegna il Governatore Caldoro a prendere ogni iniziativa utile perché venga stralciato dal piano di Vardè l’ipotesi di aprire in quell’area una discarica. Dopo la scelta del governo nazionale che pure assumeva analoga raccomandazione, l’ordine del giorno approvato in consiglio regionale afferma con chiarezza la netta contrarietà del massimo organo rappresentativo locale. La scelta>> prosegue Amato <<non ha alcun carattere ideologico, è piuttosto basata sui fatti, sulle documentazioni, sui sopralluoghi e sulle audizioni con cui questa commissione ha approfondito l’intera vicenda. Il grave rischio idrogeologico, la conformazione stessa di quella cava, la totale assenza delle infrastrutture necessarie, il concreto rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata nella loro eventuale realizzazione, sono tra i principali elementi che, già quando abbiamo ascoltato Vardè, ci portarono a indicare la nostra contrarietà all’ipotesi di realizzare una discarica per compost fuori specifica al Castaganro. Oggi>> conclude il Presidente della Commissione Regionale <<è l’intero consiglio regionale a fare propria questa contrarietà. Vardè ne prenda atto, fermi qualsiasi attività aveva messo in campo e ritiri quel piano>>

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©