Politica / Politica

Commenta Stampa

Antonio Amato (PD): «Un’assise per rilanciare opposizione e centro sinistra in Regione»


Antonio Amato (PD): «Un’assise per rilanciare opposizione e centro sinistra in Regione»
09/02/2012, 17:02

«Un’assise dei partiti d’opposizione alla maggioranza di centro destra in Regione per rilanciare il ruolo del centro sinistra in Consiglio e nell’intera Campania» la chiede il consigliere regionale del PD Antonio Amato «In queste settimane c’è stato un rincorrersi di comunicati, prese di posizione e distinguo, soprattutto tra Partito Democratico da una parte e Italia dei Valori dall’altra. Una contrapposizione che non serve a nessuno. Senza continuare a cercare buoni e cattivi, responsabilità recenti e passate, ritengo necessario innanzitutto che le forze e i gruppi d’opposizione presenti in consiglio regionale depongano l’ascia di guerra e facciano sintesi politica per il bene di questa regione. Le forze che appoggiarono Enzo De Luca» continua Amato «tutti quelli che non condividono le scelte di questo centro destra, sono chiamati a coordinare, pure nell’assoluta autonomia identitaria e d’azione, i propri sforzi. L’assenza del “rappresentante dell’opposizione” dopo le dimissioni di De Luca non ha agevolato le possibilità di incontro, e spesso, da una parte e dall’altra, si sono utilizzati toni sopra le righe. Questo» afferma il consigliere PD «rischia di depotenziare l’obiettivo comune di essere un’opposizione certo responsabile, ma capace di contrastare le politiche di questa maggioranza su temi come rifiuti, sanità, tutela dell’ambiente, urbanistica, difesa delle fasce deboli. Questioni che ci pongono all’antitesi delle politiche del centro destra e sulle quali dobbiamo costruire anche le future alleanze del centro sinistra. Allora» conclude Amato «iniziamo a chiarire il campo: il PD non cerca alcun inciucio con il Centro Destra, ed anzi deve farsi promotore di una ritrovata unità del centro sinistra, anche per rilanciare un’alleanza di forze capaci di proporsi per il governo di questa regione»

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©