Politica / Regione

Commenta Stampa

Antonio Amato: “Una promessa da pagare a qualcuno?”


Antonio Amato: “Una promessa da pagare a qualcuno?”
21/05/2011, 10:05

«Apprendiamo con enorme preoccupazione che il primo atto del neo eletto sindaco di Trentola Ducenta (CE), Michele Griffo, Pdl, è stata la revoca alla Compagnia dei Felicioni della Comunità di Capodarco del comodato d'uso del bene confiscato gestito per aiutare i minori abbandonati o con forte disagio della zona» lo afferma il Presidente della Commissione Regionale sui Beni Confiscati Antonio Amato «Si tratta di una delle migliori esperienze realzizzate sui beni confiscati alla criminalità organizzata, tra l'altro all'interno di un immobile sottratto al pericoloso camorrista Dario De Simone. E' quantomeno particolare che un sindaco appena eletto consideri come sua assoluta priorità quella di cacciare e far chiudere una comunità che svolge un essenziale ruolo sociale. Il Commissario Prefettizzio aveva già prorogato la concessione d'uso del bene confiscato e il neo eletto sindaco Griffo, appena salito al Palazzo del Comune, si premura di revocarla. Per tempi e modalità» continua Amato «sembra una promessa elettorale da pagare a qualcuno, e ci preoccupa ipotizzare a chi. Per queste ragioni e per salvaguardare un'esperienza straordinaria di cui ha beneficiato l'intera comunità locale informermeremo e chiederemo l'intervento di tutte le istituzioni interessate» conclude il Presidente della Commissione regionale «a partire dall'Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati, la Prefettura di Caserta e il Presidente della Regione Caldoro. Auspichiamo vivamente che si sia trattato di un mero errore e che il sindaco ritiri immediamente quest'atto scandaloso».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©