Politica / Regione

Commenta Stampa

Antonio Amato:"Franceschini a Salerno per un PD più forte"


Antonio Amato:'Franceschini a Salerno per un PD più forte'
02/09/2009, 14:09


«Il futuro del Partito Democratico non si esaurisce nelle scelte del Governatore e di chi lo sostiene o lo osteggia» afferma il consigliere Regionale del PD Antonio Amato oggi a Salerno insieme al segretario nazionale Dario Franceschini «Chi vuole continuare la stagione delle guerre fratricide combatte per la sconfitta del PD, noi abbiamo bisogno di un confronto civile nel rispetto delle differenze. Il Partito Democratico nasce con una vocazione di apertura alle istanze territoriali sancite dallo strumento delle primarie. La vera battaglia, per i prossimi congressi, allora, sta nel coinvolgere i cittadini nelle scelte del futuro di questo partito, ben al di là dei singoli dirigenti e degli iscritti, ma sulla valenza delle mozioni politiche presentate per il bene dell’Italia e della Campania. Sostenere Franceschini come segretario nazionale e Impegno in Campania non vuol dire schierarsi contro qualcuno, quanto, piuttosto, lavorare per una nuova fase del PD, capace di andare al di là dei personalismi, delle distinzioni tra ex ds e ex margherita e dell’appiattimento sui rappresentanti istituzionali: un PD che sappia proporsi, invece, come grande partito politico che si inserisce nella traccia del riformismo democratico europeo. Alleanze e candidature, allora» continua Amato «si costruiranno sui programmi e sulle cose da fare. Non si possono inseguire le forze politiche del centro o della sinistra in base a meri calcoli di ipotetiche sommatorie percentuali, ma si deve aprire un confronto aperto sul quale verificare le eventuali convergenze politiche e progettuali»

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©