Politica / Politica

Commenta Stampa

ESCLUSIVA AI MICROFONI DELLA JULIE

Antonio Bassolino commenta i governi Caldoro e Demagistris

Riflessioni anche sullo scenario Nazionale

.

Antonio Bassolino commenta i governi Caldoro e Demagistris
20/06/2013, 11:56

Antonio Bassolino è intervenuto nel corso della trasmissione Destinazione SUD in onda sul circuito Julie Italia condotta dal direttore editoriale Livio Varriale con ospite in studio l’opinionista Stefano Albamonte. Tanti temi affrontati su ampio raggio che hanno snocciolato le questioni nazionali, regionali e relativi alla città di Napoli essendo stato l’attuale presidente della Fondazione Sudd già Sindaco di Napoli, Governatore e Ministro del Lavoro. Antonio Bassolino ha evidenziato la sua disponibilità ad interagire nel corso della sua carriera politica con tutti gli esponenti politici dei diversi partiti che attualmente sono presenti sulla scena politica italiana. L’ex governatore dellaregione Campaniaha dato merito all’attuale presidente Stefano Caldoro di essere abile nel far quadrare i bilanci nonostante il grave immobilismo in cui versa l’apparato regionale. Non sono mancate riflessioni sul tema della cittàdi Napoli edegli eventi che hanno portato Luigi de Magistris a sbancare nelle scorse elezioni amministrative anche se attualmente, dopo due anni di governo del capoluogo campano, la luna di miele dell’ex magistrato è venuta a mancare con l’intera città. Un’accusa forte  sul duopolio De Magistris-Caldoro si è levata dallo studio della nota emittente televisiva campana leader nel settore di informazione web dove Bassolino ha ben accettato il dialogo interistituzionale se utile a costruire in meglio iniziative utili alla cittadinanza, mentre, sempre secondo l’ex governatore, si è arrivati ad un accordo di comodo tra i responsabili degli esecutivi cittadino e regionale con la finalità di coprirsi a vicenda le comuni lacune della loro gestione. Pungolato dall’opinionista Albamonte, Bassolino ha motivato la difficoltà maggiore per l’attuale amministratore di palazzo San Giacomo di essere molto attento alla rivoluzione e per nulla incline alla rivitalizzazione della città attraverso una maggiore considerazione della società civile troppo spesso, a detta di Antonio Bassolino, poco ascoltata. Non sono stati espressi giudizi dall’intervistato circa l’operato degli attuali amministratori e questo ha fatto sì che l’ex Ministro del Lavoro ha rimandato il tutto al giudizio della cittadinanza che non l’ha mai reso uno sconfitto illustre nelle tornate elettorali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©