Politica / Regione

Commenta Stampa

Antonio Marciano e Raffaele Topo su vertenza Selex


Antonio Marciano e Raffaele Topo su vertenza Selex
11/04/2013, 16:05

“L’azienda Selex ha annunciato 2500 esuberi in tutta Italia. La notizia desta grandissima preoccupazione”.

I consiglieri regionali del Pd Antonio Marciano e Raffaele Topo temono per il futuro  per gli insediamenti di Giugliano e Fusaro: “ Chiediamo che Caldoro e la giunta regionale non stiano a guardare.La Campaniaha già pagato un prezzo pesante per scelte scellerate del gruppo Finmeccanica contro il Sud, ad esempio perdendo la sede legale di Alenia. I due siti campani rappresentano due eccellenze nel panorama industriale della nostra regione, dove lavorano professionalità elevate e quadri tecnici che non possono essere mortificate”.

“Per questo – continuano Marciano e Topo  – innanzitutto riteniamo che il Presidente della Regione Campania, d’intesa con le altre regioni nelle quali sono presenti stabilimenti Selex, comela Toscanae il Lazio, debba chiedere al governo nazionale di riferire all’azienda in merito al piano industriale e la missione produttiva della Grande Selex per avere garanzie sui livelli occupazionali. Accanto a questola Regionedeve accelerare e attivare subito tutte le procedure amministrative per sbloccare i Fondi per la ricerca e l’innovazione delle aziende del settore, contribuendo alla sostenibilità dell’azienda e alla sua competitività in campo internazionale”.

“Su questo - concludono i consiglieri regionali del Pd – abbiamo chiesto a Caldoro un incontro per discutere della vertenza e presenteremo, nella prossima seduta del Consiglio regionale, un ordine del giorno che impegnila Giuntain tal senso”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©