Politica / Regione

Commenta Stampa

La società civile napoletana scende in campo

Aperta campagna elettorale di Bruno Amato.Presente Lettieri

Lettieri e Lupi, una passeggiata nella Sanità

Aperta campagna elettorale di Bruno Amato.Presente Lettieri
21/04/2011, 11:04

NAPOLI - Si è aperta la campagna elettorale di Bruno Amato, Candidato al Consiglio Comunale con il centrodestra. A sostenere il Professore associato di Chirurgia generale presso il Policlinico Federico II, L’europarlamentare Enzo Rivellini, Il Consigliere Comunale Bianca D’Angelo e il Candidato a Sindaco di Napoli Gianni Lettieri. La Manifestazione di Apertura si è svolta all’Hotel Ramada dove in una sala gremita di persone i presenti hanno individuato in Bruno Amato la personalità giusta per apportare cambiamenti a Napoli. È la società civile napoletana che decide così di scendere in campo e di iniziare una battaglia per la propria città. “ Siamo stanchi di essere additati da tutto il mondo come un popolo incivile “sono state le parole del Consigliere Regionale D’Angelo ,” è giunta l’ora di mostrare la nostra voglia di appartenenza e scegliere con fiducia di cambiare per dire nel mondo con orgoglio : Si, sono napoletano.” È in seguito intervenuto il Candidato a Sindaco Lettieri “ Avevo due alternative: andare via da Napoli, o restare e lottare , ho scelto la seconda e gareggerò con il centro destra e sarà con il Pdl che condurrò questa città”, ma allo stesso tempo Lettieri ha sottolineato che “ tutto quello che faccio va oltre il colore politico e la logica. Napoli ha bisogno di concretezza e questo va al di là degli schieramenti”.
Successivamente Lettieri ha continuato la sua “corsa” dirigendosi nel cuore della Sanità, dove ad aspettarlo c’era Maurizio Lupi, Vicepresidente della Camera(Pdl). All’incontro presso una struttura di solidarietà e di accoglienza giovani, il vicepresidente e Lettieri hanno discusso di accordi e progetti in particolare elle iniziative per quelle zone di Napoli come quella della sanità in pieno degrado e bisognose di sostegno e cambiamento.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©