Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Rischia di nascere un caso che non esiste

Appalti: Berlusconi, mai fatto i nomi di Scajola e Verdini


Appalti: Berlusconi, mai fatto i nomi di Scajola e Verdini
20/05/2010, 20:05

ROMA – Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi li considera “casi personali e isolati che non hanno nulla a che vedere con l’attività di governo”. Si tratta del coinvolgimento dell’ex ministro dello Sviluppo Claudio Scajola e dell’attuale coordinatore del Pdl Denis Verdini nelle inchieste sugli appalti per i “grandi eventi”. Così il premier ha risposto alla domanda di Bruno Vespa. Il giornalista Rai nel suo libro “Nel segno del Cavaliere” ha chiesto al premier di esprimere un commento sulla vicenda dei due politici. “Mi dispiace che un banale equivoco rischi di far nascere un caso che non esiste - ha sottolineato il presidente del consiglio - rispondendo a una domanda sull’ipotesi di una nuova Tangentopoli sollevata dai giornali. Non ho mai pronunciato i nomi di Scajola e di Verdini, né altri nomi”. “Dagli ultimi sondaggi risulta che per l’opinione pubblica è chiaro che questi casi non hanno nulla a che vedere né con l’attività di governo né con quella del partito - ha aggiunto Berlusconi - Una cosa è certa: il Popolo della Libertà non ha mai ricevuto finanziamenti illeciti da nessuno e semmai è stato il presidente del Consiglio a intervenire sulle finanze interne con mezzi propri”. “Se ci saranno uno, due, tre casi di comportamenti illegittimi, saranno i magistrati ad accertarlo - ha  concluso il presidente del consiglio - E in questo caso ci sarà severità di giudizio e di decisione nei confronti di chi fa politica e ha responsabilità pubbliche”. La conferma arriva dallo stesso Vespa che ha detto: “E’ vero, nella sua risposta il presidente non ha fatto nomi”. Tuttavia, da indiscrezioni trapelate da persone legate al premier, il clima è tutt’altro che tranquillo. Berlusconi teme nuove bufere giudiziarie. Ma alla base dell’inquietudine c’è anche dell’altro. “Sono circondato - avrebbe sostenuto il premier in conversazioni private - da gente di cui non mi fido più”.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©