Politica / Politica

Commenta Stampa

Appello di Rita Borsellino: “Primarie occasione storica per Palermo”


Appello di Rita Borsellino: “Primarie occasione storica per Palermo”
27/02/2012, 17:02

“Queste primarie rappresentano un’occasione storica per chiudere definitivamente la porta agli autori e ai complici del massacro di Palermo. Basta clientele, basta mala burocrazia, basta malaffare. Dobbiamo restituire Palermo ai palermitani. Dobbiamo affidare la nostra amministrazione in mani competenti, trasparenti e responsabili. Pertanto, mi appello agli altri candidati, a tutto il centrosinistra, a tutte le cittadine e i cittadini di buona volontà affinché le primarie del 4 marzo siano una grande festa di democrazia e partecipazione. Se non sarà così, non ci sarà alcun vincitore, ma perderemo tutti. E purtroppo, perderà anche Palermo”. Rita Borsellino lancia un appello ai palermitani per partecipare alle primarie del 4 marzo per la scelta del candidato sindaco. Lo fa in una lettera pubblica, che sarà distribuita stasera fuori dal teatro Zappalà, dove è in corso la convention del Pd, e nei prossimi giorni negli incontri e nei gazebo di “Viaggio a Palermo”, il percorso partecipato di Rita Borsellino per le primarie. “Dobbiamo avere il coraggio di lasciarci alle spalle il passato – si legge ancora nella lettera - di porci alla guida di Palermo. Possiamo e dobbiamo farlo. A partire proprio dalle primarie. Purtroppo, in questi giorni, ho incontrato tantissimi cittadini preoccupati per il clima che si è venuto a creare nelle ultime settimane. In tanti, mi hanno manifestato il timore che qualcuno stia lavorando per delegittimare il voto del 4 marzo. Io mi rifiuto di credere che ciò corrisponda al vero. Piuttosto, le forze “oscure” che più temo sono quelle generate dalle polemiche. Polemiche – conclude - che troppe volte hanno superato il confine della sana competizione tra candidati di uno stesso orizzonte di idee e valori. Stiamo dando un triste spettacolo. E di tristi spettacoli i palermitani ne hanno avuti già abbastanza”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©