Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Approvata la fiducia sullo scudo fiscale; ora tocca a Napolitano


Approvata la fiducia sullo scudo fiscale; ora tocca a Napolitano
01/10/2009, 09:10

Ieri sera, è stata approvata la fiducia sulla conversione in legge del decreto che doveva modificare il "decreto anticrisi". Con 309 sì e 247 no, la fiducia è passata; oggi ci sarà la votazione finale, dopo l'esame degli ordini del giorno. Cosa contiene il provvedimento? L'ormai noto "scudo fiscale": chiunque ha portato soldi all'estero può farli rientrare in Italia, nel più completo anonimato, pagando solo il 5% di penale. Inoltre questo provvedimento garantisce l'impunità ai mediatori per i reati da loro commessi e/o scoperti nel riportare i soldi in Italia. Infine garantisce l'impunità anche per tutti i reati fiscali connessi: distruzione dei documenti contabili, falso in bilancio, false dichiarazioni sociali e così via. In questa maniera, si rende impossibile per le forze dell'ordine cercare di rintracciare la provenienza di questi soldi. E poichè l'anonimato garantisce di poter far tornare i soldi senza conoscerne l'origine, potranno tornare anche i capitali derivanti da trafiici di droga o di armi, o da altri gravi reati. E in questa maniera diverranno soldi leciti, che potranno essere riutilizzati per affari illeciti.
Domani dovrebbe esserci il voto finale; dopo di che toccherebbe al Presidente Napolitano decidere se firmare o no; e si sa che firmerebbe immediatamente a spron battuto l'ennesima legge incostituzionale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©