Politica / Regione

Commenta Stampa

Approvata la legge sulla valorizzazione degli oratori, Amente: “Ecco come si combatte l’emarginazione sociale”


Approvata la legge sulla valorizzazione degli oratori, Amente: “Ecco come si combatte l’emarginazione sociale”
11/12/2012, 11:11

Il consigliere regionale del Pdl: “Incentivi dalla Regione per ricreare un tessuto familiare per prevenire situazioni di disagio che possano compromettere il futuro dei giovani a rischio” “Bisogna incentivare la nascita e lo sviluppo di luoghi di aggregazione che tengano lontani i ragazzi dalla strada”. Così il consigliere regionale del Popolo della Libertà Mafalda Amente nel commentare l’approvazione della legge tesa a valorizzare il ruolo degli oratori sul territorio della Campania.

“Troppo spesso si tende a minimizzare il ruolo degli oratori, riconoscendoli semplicemente come luoghi di aggregazione giovanile – ha spiegato Amente – Con gli opportuni finanziamenti però, in particolar modo nelle zone maggiormente a rischio, gli oratori possono ricreare quel tessuto familiare, in modo da prevenire situazioni di disagio che possano compromettere il futuro dei giovani.

E’ importante ricordare che proprio la mancanza di linee guida e figure carismatiche, come possono essere sacerdoti, parroci o operatori di culto, unita a disagi economico-sociali fa sì che i ragazzi possano diventare volutamente e non nuove leve della macro e microcriminalità”. Via libera, dunque, all’erogazione di fondi per il raggiungimento delle finalità di valorizzazione della funzione sociale, educativa e formativa svolta dagli oratori,

“Potranno essere finanziati progetti rivolti agli adolescenti e ai giovani ed iniziative di promozione e sostegno, ma non solo – ha concluso il consigliere regionale del Popolo della Libertà – Spazio a centri ricreativi e sportivi, che contribuiranno al recupero di soggetti a rischio. L’emarginazione sociale va combattuta ed il consiglio regionale ha fornito un importante strumento per lo svolgimento di una battaglia sociale che mi vede impegnata in prima fila”. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©