Politica / Politica

Commenta Stampa

Approvata riforma dei servizi segreti


Approvata riforma dei servizi segreti
01/08/2012, 17:58

ROMA - La commissione Affari costituzionali del Senato ha approvato all’unanimità la riforma dei servizi segreti che diventa, quindi, ora una legge. Tra i vari punti approvati emerge un maggior potere di controllo per il Copasir (Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica ) sul segreto di Stato. Infatti il Presidente del consiglio sarà obbligato a riferire l’intero quadro informativo al Presidente e al vicepresidente del Copasir in caso di opposizione del segreto di Stato.  Si abbassa inoltre a due terzi dei componenti del Comitato il quorum che determina l’impossibilità da parte del governo di opporre il Segreto di Stato, mentre fino ad ora era necessaria l’unanimità. Il presidente del Copasir Massimo D’Alema commenta così l’approvazione del Senato “Si tratta di una novità di grande valore, anche simbolico. Sulla scorta di quanto precisato dalla Corte Costituzionale la riforma consentirà al Parlamento, attraverso il Copasir, di entrare nel merito di decisione che, riguardando la sicurezza dello Stato, non possono che avere carattere di eccezionalità e di cui è necessario vi sia piena consapevolezza al di là della dialettica tra maggioranza e opposizione.”

 Aumentano anche le responsabilità del Dipartimento informazioni per la sicurezza e gli strumenti per fronteggiare la minaccia cibernetica. L’intelligence continuerà a presentare una distinzione tra Aisi e Aise (Agenzie di informazione e sicurezza interne ed esterne) mentre si rafforza il potere di coordinamento del Dis affidandogli una gestione unitaria dei servizi logistici permettendo così il risparmio di risorse finanziare ed umane che potranno essere così finalizzate ad altri scopi.

Gianni De Gennaro, sottosegretario alla presidenza del Consiglio ha commentato l’approvazione della riforma dichiarando “Un'importante e significativa modifica migliorativa perché c'è la concreta e necessaria verifica di controllo da parte del Copasir”

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©