Politica / Politica

Commenta Stampa

Ma bisognerà fare i conti con il referendum

Approvato all'unanimità il taglio dei Parlamentari dalla prossima legislatura


Approvato all'unanimità il taglio dei Parlamentari dalla prossima legislatura
09/10/2019, 09:21

ROMA - Ieri è stato approvato in quarta lettura il disegno di legge costituzionale voluto dal Movimento 5 Stelle che riduce i parlamentari - a partire dalla prossima legislatura - da 630 a 400 alla Camera dei Deputati e da 315 a 200 al Senato. Un disegno di legge approvato praticamente all'unanimità: 553 sì, 14 no, 2 astenuti. L'unanimità non deve stupire: a questo punto votare no sarebbe stato ossigeno per la propaganda del Movimento 5 Stelle che nei sondaggi è in calo costante. Ora bisognerà vedere se ci sarà il referendum (devono essere raccolte 500 mila firme) che il parlamentare Pd Roberto Giachetti ha già annunciato. Ma basteranno anche le firme di un terzo dei parlamentari di una delle due Camere. 

Dopo il voto, vergognosa sceneggiata dei parlamentari del Movimento 5 Stelle: una ventina di loro sono scesi davanti alla Camera dei Deputati a piazza Montecitorio con uno striscione su cui erano disegnate delle poltrone e l'hanno tagliato in due. Una sceneggiata ridicola soprattuttoperchè è stata fatta solo per fare il video da usare sui social, dato che non c'erano militanti del M5S in piazza. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©