Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Modificato quasi un terzo del Cds

Approvato il nuovo Codice della Strada, sabato debutta


Approvato il nuovo Codice della Strada, sabato debutta
28/07/2010, 14:07

ROMA - Approvato definitivamente dal Senato il nuovo Codice della Strada, con 80 articoli cambiati, circa un terzo del totale. Entrerà in vigore immediatamente, giusto in tempo per il week end del 31 luglio-1 agosto, che per l'Anas ha il bollino nero (situazione critica di traffico).
Le modifiche sono tantissime. Si va dall'alcool zero per i neopatentati e i guidatori di taxi e camion, all'esame specifico perchè gli ultraottantenni possano avere la patente; dalla maggiore severità prevista per l'uso delle minicar (cioè le macchine che hanno un motore da 50 cc., come quello degli scooter) all'accorciamento dei tempi per la notifica delle multe, da 150 a 60 giorni.
Ma non tutte le modifiche sono a favore della sicurezza. Per esempio è stato deciso, nei casi di eccesso di velocità, di modificare le sanzioni, aumentando le multe e diminuendo i punti da togliere sulla patente; cosa che ha senz'altro un minore effetto dissuasivo. Oppure è rimasto il cosiddetto "emendamento grappino", cioè la possibilità - per chi ha avuto la patente sospesa - di chiedere un permesso di guida, valido tre ore al giorno, solo per andare a lavorare. A proporlo la Lega Nord a tutela dei valligiani del nord che sono abituati ad alzare il gomito - con vino bianco, grappa o semplicemente con un caffè corretto- sin dal mattino. E per questo sono più a rischio di essere fermati dalle forze dell'ordine e di vedersi la patente sequestrata.
Altre norme molto contestate invece non sono state approvate. Come quella che istituiva, in alcuni tratti autostradali, il limite di velocità di 150 Km/h al posto dei 130 Km/h

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©