Politica / Politica

Commenta Stampa

Ma la legge nasconde molte insidie

Approvato in commissione il referendum propositivo, domani sarà in aula


Approvato in commissione il referendum propositivo, domani sarà in aula
16/01/2019, 09:53

ROMA - La Commissione Affari Costituzionali della Camera ha approvato il mandato al relatore per la legge che introduce il referendum propositivo nella Costituzione. La norma che esce dalla Commissione (votata da M5S e Lega) prevede che si debba presentare una proposta di legge con 500 mila firme. Se entro 18 mesi il Parlamento non la approva, bisogna fare il referendum, che verrà approvato se voterà a favore non solo la maggioranza, ma anche almeno il 25% degli aventi diritto. E' previsto anche che in quei 18 mesi il Parlamento può preparare una proposta di legge sullo stesso argomento, che verrà votata al referendum propositivo in alternativa alla proposta di legge popolare. 

Essendo una modifica dell'articolo 71 della Costituzione, la legge richiede un doppio passaggio in Parlamento. Ma il problema è che la legge elimina alcuni dei capisaldi del referendum come finora utilizzato. A cominciare dal fatto che verranno eliminati i limiti che attualmente ci sono, come il divieto di votare sui trattati internazionali o sulle leggi penali. In teoria potremmo trovarci a votare contro l'euro o per l'abolizione del reato di omicidio. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©