Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Arci sugli immigrati:garantire il diritto alla salute


Arci sugli immigrati:garantire il diritto alla salute
10/02/2009, 13:02

Con una lettera inviata ai presidenti delle Regioni, il presidente dell'Arci Paolo Beni e il responsabile immigrazione Filippo Miraglia esprimono la loro forte preoccupazione per le conseguenze che avrà sulla vita delle persone straniere l'approvazione del ddl 733 sulla sicurezza. Beni e Miraglia si soffermano in particolare sulle "implicazioni negative" dell'abolizione del divieto di segnalazione di pazienti senza permesso di soggiorno da parte degli operatori sanitari, che "dissuaderà molti migranti dall'accedere alle strutture di cura". I due dirigenti dell'Arci - anche in base a quanto annunciato dai governatori di Puglia e Lazio - chiedono quindi a tutti i Presidenti regionali di valutare "la possibilità di adottare provvedimenti che garantiscano l'effettiva universalità del diritto alla salute, senza rischi di denuncia per chi non è regolare, agendo sulla base delle competenze che la Costituzione assegna alle Regioni in materia di assistenza sanitaria e sociale".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©