Politica / Regione

Commenta Stampa

Arresto padre candidata UDEUR alla I Municipalità. Chiosi: "faccia un passo indietro"


Arresto padre candidata UDEUR alla I Municipalità. Chiosi: 'faccia un passo indietro'
03/05/2011, 10:05

<<E' opportuno - dichiara il Presidente Chiosi - che la candidata dell'UDEUR (che sostiene il centrodestra alla I Municipalità) il cui padre è stato arrestato con accuse pesanti di favoreggiamento per il clan dei casalesi, faccia un passo indietro e termini qui la propria campagna elettorale.
Dopo aver appreso la notizia - spiega Chiosi - ho subito contattato il coordinamento cittadino dell'UDEUR per chiedere spiegazioni. Mi è stato assicurato che la candidata in questione, come tutti gli altri, ha fornito la certificazione necessaria alla candidatura. Ora è chiaro che le colpe dei padri non possono e non devono ricadere sui figli, ma le accuse sono talmente gravi che un passo indietro è opportuno, onde evitare strumentalizzazioni già messe in atto dagli sciacalli della sinistra estrema che, tra l'altro, in questi giorni gettano la benzina sul fuoco delle polemiche politiche che sono sfociate negli attacchi fisici a Lettieri.
L'impegno per le liste pulite - conclude Chiosi - è fuor di dubbio. E nessuno ha il copyright della legalità che non va solo utilizzata come slogan ma praticata, come sempre ha fatto il sottoscritto pagando anche lo scotto di minacce ed aggressioni>>.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©