Politica / Parlamento

Commenta Stampa

ASL NA1 E I TAGLI "ALLA SALUTE" DI MONTEMARANO


ASL NA1 E I TAGLI 'ALLA SALUTE' DI MONTEMARANO
04/11/2008, 10:11

Il piano dei tagli alla Sanità presentato dall'Assessore alla Sanità Montemarano, alla Giunta Regionale venerdì 31/10/08 prevede tra l'altro, la riduzione del numero dell'ASL da 13 a 8 nella Regione, la riduzione di distretti sanitari, di ospedali, strutture complesse e dirigenti.

Non sono previste riduzioni di alcun tipo per aziende ospedaliere e policlinici.
 
A Napoli, la rete ospedaliera dell'ASL NA 1 subirà i seguenti tagli e modifiche:
 
Gli ospedali Loreto Mare, Ascalesi, Annunziata, (tutti dotati di P.S. e un numero complessivo di 480 posti letto) sono destinati alla chiusura per confluire per il 2011 (presumibile data d'apertura) nel nuovo ospedale del mare, con una dotazione di 450 P.L., i tre presidi ospedalieri cittadini, saranno destinati a strutture territoriali, ancora da definire;
L'ospedale CTO, ritornerà ad essere un P.O. specialistico ortopedico, con una riduzione di 58 P.L.;
L'ospedale S. Gennaro, resterà un presidio ospedaliero, ridotto di 14 P.L.;
l'ospedale Incurabili, sarà destinato alla facoltà di medicina della 2° università di Napoli (106 P.L.);
Loreto Crispi, resterà un presidio intermedio con gli stessi 16 P.L.;
Il presidio intermedio di Barra, manterrà i suoi 10 P.L.;
dei tre ospedali denominati di 2° livello di emergenza (S. Paolo, S. Giovanni B. e Pellegrini)
Il S. Giovanni bosco, perderà 1 P.L. (da 213 a 212 );
Il Pellegrini, perderà 20 P.L. (da 162 a 142);
Il S. Paolo, perderà 38 P.L. (da 193 a 155).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©