Politica / Napoli

Commenta Stampa

Sindaco richiama all’unità per superare il momento di crisi

Assemblea Cgil, de Magistris: «Evitare personalismi»


.

Assemblea Cgil, de Magistris: «Evitare personalismi»
16/12/2011, 14:12

Costituzione, diritti e lavoro. Napoli ricomincia da tre o quanto meno ci prova. Perché superato un 2011 sanguinoso per le casse comunali e quelle dei cittadini si attende un 2012 ancor più duro. Le cifre, snocciolate durante l’assemblea nazionale della Cgil, fanno accapponare la pelle. 230 milioni di euro di tagli al Comune di Napoli effettuati dal governo Berlusconi ed altri 120 attesi dalla manovra Monti. Il 35% della popolazione campana vive al di sotto della soglia di povertà, la metà della quale a Napoli. Una crisi non solo politica ed economica ma anche sociale e morale. Il rischio è che ci si ritrovi con un Paese sub-americanizzato: dove i ricchi lo diventeranno sempre di più a scapito dei ceti meno abbienti.
Forte il richiamo all’unità, evitando personalismi, da parte del sindaco Luigi de Magistris. Un modo anche per confermare il ruolo centrale dei sindacati nelle tematiche del lavoro. Ruolo venuto meno con l’esclusione della Fiom dal contratto firmato alla Fiat di Pomigliano.
 

Commenta Stampa
di Maurizio Varriale
Riproduzione riservata ©