Politica / Politica

Commenta Stampa

Assemblea Confcooperative: il punto su crisi e crescita


Assemblea Confcooperative: il punto su crisi e crescita
05/03/2012, 16:03

Serve una svolta e in tempi rapidi, pena gravi ricadute economiche soprattutto al Sud: linsolvenza della Pubblica amministrazione, incapace di rispettare gli impegni economici assunti, espone le nostre imprese al rischio serio della chiusura.

Questo il grido dallarme lanciato da Ferdinando Flagiello in occasione dellAssemblea provinciale di Confcooperative Napoli, che lo ha riconfermato presidente della confederazione cittadina per i prossimi quattro anni, assieme agli altri organi elettivi.

La Confcooperative Napoli, che oggi conta 300 cooperative aderenti e oltre 6mila occupati, - ha continuato Flagiello - merita unattenzione maggiore da parte delle amministrazioni locali, che dovrebbero garantire non solo la sopravvivenza ma anche il rilancio delle nostre realt imprenditoriali. Ecco perch occorre al pi presto una normativa regionale adeguata allo scopo, in grado di incentivare tutti i settori produttivi in cui presente, in Campania, limprenditoria solidale, mettendola in grado di affrontare un rischio dimpresa che attualmente diventato proibitivo.

Nel corso dellAssemblea, tenutasi nellAula Magna del Centro Congressi della Federico II, questanno dedicata al tema Cooperazione e bene comune nella crisi delleconomia contemporanea, stato evidenziato che, davanti alla crisi economica, il modello di impresa solidale tra le vie maestre che lItalia, e soprattutto il Mezzogiorno, devono seguire per superare lattuale emergenza. Su questo sfondo - ha ribadito Flagiello - la vera risorsa-chiave per costruire un futuro sono i giovani che vanno guidati verso soluzioni di autoimpiego e auto imprenditorialit.

Allevento sono intervenuti numerosi esponenti del mondo politico e imprenditoriale campano tra cui: Maurizio Maddaloni, presidente CCIAA di Napoli, Paolo Russo, presidente della Commissione Agricoltura della Camera, Filippo Diasco, funzionario dellAssessorato alle attivit produttive della Regione Campania, Marcello Taglialatela, assessore regionale allUrbanistica, Gennaro Ferrara, vicepresidente della Provincia di Napoli, Sergio DAngelo, assessore alle Politiche sociali del Comune di Napoli. Sono inoltre intervenuti Don Tonino Palmese, direttore della Pastorale del Lavoro della Chiesa di Napoli, il presidente della Lega Coop Catalano, il presidente Agci De Gregorio e Carlo Mitra, Commissario di Confcooperative Campania che ha concluso i lavori della mattinata.

Nel pomeriggio i lavori proseguono con la tavola rotonda sul tema Cooperazione e solidariet nella crisi delleconomia contemporanea: profili di storia del lavoro Il ruolo delle cooperative.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©